buzzoole code

Pulsante Magico: cosa c’è sotto Hamilton fermo che guarda la Ferrari (FOTO e VIDEO) Vettel vince a Spa ed Hamilton, secondo al traguardo, si ferma per cercare di capire il segreto del Pulsante Magico

Fallo sapere ai tuoi amici

Con un sorpasso al limite dell’incredibile Sebastian Vettel è riuscito a portarsi davanti ad Hamilton nel corso del primo giro del Gran Premio di SPA ed ha vinto dopo una rincorsa estenuate, con la Ferrari che ha stupito per spunto e prestazioni al punto di riaprire il dibatto sul Pulsante Magico che è proprio l’inglese a citare ai microfoni della televisione.
L’immagine ha fatto il giro del mondo. Parco chiuso, sotto il podio. Hamilton è fermo e fissa la Rossa cercando qualcosa all’interno dell’abitacolo. Cosa cerca? La risposta arriva durante l’intervista post gara, ecco le parole dell’inglese: “Congratulazioni a Seb, ho fatto tutto il possibile ma non potevamo fare di più. Sul rettilineo non l’ho neanche visto, dobbiamo recuperare il terreno perduto. Pensavo di avere una chance sulla chicane, ma hanno trovato qualche ‘trucco speciale’ nella loro macchina e sarebbe stato impossibile superarli di nuovo. Seb faceva tempi che io non potevo replicare, abbiamo risparmiato il motore perché non aveva senso spingere ulteriormente
Prima di andare avanti guarda qui sotto il video del sorpasso.

Non è la prima volta che sentiamo parlare di Pulsante Magico. La prima è da attribuire proprio alla Mercedes quando nel corso del Gran Premio del Brasile, Hamilton è risalito dalla 14esima posizione alla terza concludendo la gara a soli 5 secondi dal primo posto e facendo segnare oltre 30 giri consecutivi con un ritmo mai visto in Formula 1 nel corso della stagione.
Fortuna? Magia? Affatto! Ecco come funziona il Pulsante Magico.
Le modalità di utilizzo dei motori sono stabilite dal regolamento del Circus e ci sono dei limiti precisi di percorrenza definiti per ognuno.
La modalità più estrema è quella della qualifica ovviamente attivata per un giro in cui il pilota spinge al massimo per poi recuperare le batterie nel giro successivo.
Si tratta di una modalità non utilizzata in gara se non per pochi giri, 30 più o meno, nell’intera vita del motore. Viene quindi inserita o dopo la safety-car o in un momento clou della gara. Solo i Team sanno quanto può resistere il motore in quella condizione e lo stesso Hamilton si è detto sbalordito della prestazione dell’auto nel GP del Brasile.
Parliamo ora della Ferrari ma prima guarda bene questa foto.

Fonte: Mark Sutton

Sul volante della SF71H c’è un pulsante nascosto che ha attirato la curiosità non solo di Hamilton anche di tutti i team avversari. In Ferrari infatti sembra proprio che vogliano nascondere qualcosa visto che viene usato un contenitore di ghiaccio secco per impedire l’inquadratura dell’abitacolo. L’alternativa è che il sistema serva a raffreddare l’aria.
La posizione del Pulsante Magico appunto, sembra però essere strategicamente nascosta e soprattutto vicina all’impugnatura, sarebbe dunque possibile per il pilota premere il pulsante durante il ritmo intenso di gara.
Tra le varie ipotesi di funzionamento c’è quella di un maggiore spunto in partenza.
Fonte: Formula 1

Un’opzione è anche quella che il ghiaccio secco possa garantire una maggiore efficienza della power unit al via e nel corso del primo giro. La Ferrari beneficerebbe così di un picco di prestazioni della durata di un giro.
Il pulsante apparso poche gare fa è stato poi sicuramente studiato dai giudici di gara che esaminano a fondo le monoposto ogni fine settimana, gli italiani sembrano però essere diventati bravi nel muoversi sul filo del regolamento.
Il mistero non sarà di certo svelato così facilmente, tu cosa ne pensi? Faccelo sapere nei commenti, non si sa mai che Hamilton ci segua e riesca a risolvere il suo problema con la Ferrari!

Iscriviti alla nostra VIP AREA ed entra nel Club di Motori più esclusivo!


Ti piace Small-business-internet-marketing.info? Aiutaci a crescere,

Rispondi o lascia un commento