buzzoole code

FCA-Hyundai, ecco perchè la fusione potrebbe diventare realtà Hyundai Motor potrebbe acquistare FCA, alla finestra restano però i francesi di Peugeot

Fallo sapere ai tuoi amici

Hyundai Motor è il quinto costruttore di automobili al mondo e, secondo quanto riportato da IlSole24Ore, potrebbe aspirare alla prima posizione attraverso una fusione con FCA. Già da un anno i giornali di tutto il mondo parlano di un interessamento verso il Gruppo dimostrato dai coreani e l’ipotesi pare tutt’altro che scontata. Sono molti a volere il Gruppo italiano, soprattutto dopo il lavoro fatto da Marchionne che ha dato una ripulita all’immagine e ai bilanci, prima tra tutti Peugeot che resta affacciata alla finestra come confermato dall’Amministratore Delegato dei francesi circa un mese fa.

Fonte: Hyundai

Marchionne aveva annunciato prima ancora una collaborazione nei sistemi ad idrogeno proprio con Hyundai, queste le sue parole: “Cerchiamo intesa tecnica con Hyundai per idrogeno e trasmissioni»
Entriamo a fondo nella questione.
Hyundai, già proprietaria di KIA, è un Gruppo che entra in più settori ed ha un accesso facilitato ad ingenti risorse finanziarie e tecnologiche, pensiamo ai robot industriali, a cui si aggiunge la sezione Hyundai Steel ovvero la società all’interno del Gruppo che è un colosso dell’acciaio nel mondo. Insomma i coreani hanno la materia prima in Casa, fatto non assolutamente di poco conto!

Dal punto di vista del prodotto FCA potrebbe trarne un vantaggio importante. Le piattaforme Hyundai sono infatti più moderne e sofisticate di quelle della società degli Agnelli, hanno motori ecologici e soluzioni complete che vanno dall’ibrido, all’idrogeno passando per l’elettrico ed il gas. Completa poi la gamma degli orientali che ha un’offerta che copre tutto il listino, competitiva anche nei Suv. L’unico problema, se così vogliamo chiamarlo, viene dall’immagine dei due marchi coreani che, nonostante l’enorme salto di qualità nella costruzione e nei materiali a cui si accompagnano enormi investimenti negli anni passati e in quelli avvenire, è ancora a metà strada nel percorso che porterà all’affermazione come punto di riferimento nel mercato.
Qui interverrebbe appunto FCA che ha in portafoglio marchi come Jeep, Alfa Romeo e Maserati, il cui brand è forte nel mondo, anche se gli Agnelli difficilmente vorranno privarsi dei gioielli di famiglia.

Fonte: autoblog.com

Discorso a parte riguarda la rete. Hyundai ha copertura globale e centri di ricerca in tutto il mondo, così come le fabbriche.
Una spinta poi arriverebbe anche per quanto riguarda i veicoli commerciali. Sono dunque molti i punti a favore di una eventuale fusione.
Per il momento dall’Italia si parla solo dell’idrogeno e dell’apertura forte all’elettrico, settore dove appunto Hyundai potrebbe fare da spalla anche se leader resta Toyota. C’è poi da dire che nessuna delle due parti ha finora confermato l’eventuale rapporto che potrebbe andare oltre l’attuale fornitura di alcuni componenti utilizzati da FCA in America.

Iscriviti alla nostra VIP AREA ed entra nel Club di Motori più esclusivo!


Ti piace Small-business-internet-marketing.info? Aiutaci a crescere,

Rispondi o lascia un commento