buzzoole code

Basta chiacchiere: Diesel, è la fine? Il mondo del Gasolio sta cambiando Volvo, Porsche, Toyota ed FCA hanno già detto addio ma c'è anche chi sta investendo molto sul Diesel del futuro

Fallo sapere ai tuoi amici

Il mondo dell’auto sta cambiando. In Germania è arrivata una sentenza che permette ai Comuni di decidere autonomamente se far circolare o meno auto con motori Diesel sul proprio territorio. Volvo ha annunciato che dal 2020 ridurrà l’offerta a Gasolio, Toyota ha promesso di lasciare in listino solo vetture benzina ed ibride, FCA qualche giorno fa si è detta pronta all’addio entro il 2022, Porsche è infine pronta ad eliminare l’opzione Gasolio sul Suv Macan.
L’inizio della fine? Non proprio. Dopo lo scandalo Volkswagen i Costruttori di automobili hanno iniziato a fare i conti, capendo che adeguare i motori Diesel alle normative ambientali che si fanno sempre più stringenti è troppo costoso ed ecco che la soluzione più logica può sembrare, per alcuni, l’eliminazione dell’opzione Gasolio dalle possibilità di scelta, vista anche la domanda che a livello internazionale scende di anno in anno. Non sarà proprio così. Analizziamo in dettaglio quello che sta succedendo.

Fonte: Porsche

Partiamo da Volvo. La Casa svedese ha promesso di avere almeno una versione elettrica in gamma a partire dal 2020. I motori diesel continueranno ad essere presenti ma aumenteranno in maniera significativa le versioni ibride e debutteranno modelli elettrici al 100%.
Porsche. Da Stoccarda è stato recentemente annunciato che sarà sospesa la commercializzazione di Macan a Gasolio. In realtà i tedeschi sarebbero pronti a lanciare nel 2019 la prima vettura elettrica, senza però abbandonare i motori a gasolio, anzi la nuova generazione di propulsori diesel è attesa nel corso del 2018 sotto il cofano della rinnovata Cayenne.
Toyota poi ha deciso di sospendere la vendita di motori a gasolio in Italia per puntare solo su benzina e ibrido.
Decisioni in merito sono state prese anche da Mercedes, Volkswagen, Bmw e Peugeot dove sono stati portati avanti investimenti sull’elettrico senza abbandonare i Diesel che anzi segnano spese miliardarie di sviluppo in corso.
Mercedes lancerà la gamma EQ con veicoli a zero emissioni mentre Smart diventerà esclusivamente elettrica entro il 2019.
Fonte: Quattroruote.it

Le decisioni derivano in fondo anche dal fatto che per la prima volta nel 2017 le vendite di auto a benzina hanno “sorpassato” quelle diesel, con un calo di quest’ultime del 17% rispetto al 2016. Mentre in Germania sono benzina il 61,7% delle vendite nuove registrate, in Italia preferiamo il gasolio nel 56.7% dei casi.
Cosa succederà dunque? Il diesel continuerà ad esistere soprattutto per auto di livello medio-alto dove i Costruttori possono proporre prezzi più elevati che coprono bene i costi crescenti di questa motorizzazione mentre per le “piccole“, come già accade in molti casi, non ci sarà la scelta del Gasolio che quindi diventerà quasi un’offerta del lusso.
Nessuna ansia dunque perché il repentino cambio di alimentazione renderà più difficile anche il raggiungimento degli obiettivi ambientali con il già richiesto rinvio dal 2021 al 2030 del taglio del 20% delle emissioni di anidride carbonica, previsto per la lotta ai cambiamenti climatici.

Iscriviti alla nostra VIP AREA ed entra nel Club di Motori più esclusivo!


Ti piace Small-business-internet-marketing.info? Aiutaci a crescere,

Rispondi o lascia un commento